BISIGNANO: I GRUPPI DI OPPOSIZIONE, MOVIMENTI ED ASSOCIAZIONI CHIEDONO LE DIMISSIONE DEL SINDACO LO GIUDICE

I gruppi di opposizioni, movimenti ed associazioni all’indomani del Consiglio Comunale andato deserto per la mancata presenza di tutti i consiglieri di maggioranza, chiedono a gran voce le dimissioni del sindaco Francesco Lo Giudice. Il presidente dell’associazione “Nuove Narrazioni”, Rosario Perri, ex segretario della sezione pd di Bisignano partito di riferimento del sindaco e di gran parte dell’esecutivo, “ritiene necessario che la maggioranza che guida il comune di Bisignano chiarisca definitivamente di fronte alla cittadinanza se sussistono al suo interno problemi di natura politica.  È arrivata l’ora delle risposte che l’opinione pubblica aspetta”. Per Perri se non ci sono altre soluzioni  bisogna “ridare la parola ai cittadini”. Per il capogruppo di “Insieme per il buon governo”,  Francesco Fucile,    “non è la prima volta che viene meno il numero legale, chiara crisi e fermo completo dell’azione amministrativa”.  Per Fucile, “il sindaco dovrebbe prendere atto di ciò che sta accadendo, cioè della crisi politico amministrativa e rassegnare le dimissioni”. Dal canto suo, Isabella Cairo consigliera di opposizione, rivolgendosi al sindaco lo invita a trovare “ l’energia per cambiare questo stato di cose che sta mortificando la nostra Bisignano altrimenti ridiamo la parola agli elettori. I cittadini non possono più sottostare a diatribe interne di cui è sconosciuta ogni logica”. Nel dibattito si inserisce anche “Forza Italia - La Calabria che vuoi” circolo di Bisignano con una nota a firma di Francesco Chiaravalle e Pino Polverazzi per i quali “ il clima politico è stato esacerbato solo ed esclusivamente dalla sua perenne indecisione e dalla totale assenza di una linea politica -programmatica in grado di dare una spinta propulsiva per far crescere la nostra città”. Da qui l’appello e l’invito: “se vuole mostrare davvero un senso di responsabilità e rispetto per l'istituzione che rappresenta si dimetta il prima possibile e dia ai cittadini la possibilità di dare a Bisignano un governo stabile e duraturo”.  In questo clima domani alle otto si ritorna nell’aula del consiglio comunale e questa volta bastano quattro consiglieri per rendere valida la seduta del civico consesso.

                                                                                                          Rino Giovinco