NUOVO DIRIGENTE PER LA “G. PUCCIANO” A BISIGNANO

Il suono della campanella è ormai vicino anche per la scuola calabrese. Bisignano si appresta ad iniziare l’anno scolastico, che è un po’ l’enigma che vive tutto l’ambiente della scuola italiana. Il virus Covid-19 ha sovvertito il modo di approcciarsi al nuovo anno ed è palpabile la tensione tra gli stessi docenti che attendono gli studenti e che ritornano in aula dopo molti mesi. Il consigliere con delega alla cultura, Francesco Guido, del Comune di Bisignano, accoglie il nuovo Dirigente Scolastico, Francesco Talarico, nominato al posto di Raffaella De Luca, che nonostante le ristrettezze per il coronavirus ha salutato la sua scuola per andare in quiescenza dopo anni che ha svolto un proficuo lavoro nella sua Bisignano. In arrivo all’IC Pucciano è il preside Francesco Talarico che vanta un curriculum significativo, già Dirigente Scolastico a Spezzano Albanese, docente esperto presso i corsi Pon-Por dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria e della lingua inglese. Talarico, si prefigge di andare incontro alle esigenze formative dei ragazzi, grazie ad un bagaglio culturale notevole, dovrà però cimentarsi in una nuova scuola e soprattutto provvedere alle misure di distanziamento che tanto preoccupano in questo inizio d’anno scolastico. A dare il benvenuto al dirigente anche il sindaco, Francesco Lo Giudice, che nei prossimi giorni scambierà idee per affrontare il particolare momento. Intanto anche il presidente dell’Associazione “Nuove Narrazioni”, Rosario Perri, in occasione della riapertura della scuola dichiara: “Sappiamo che il virus potrà essere ancora una minaccia per le lezioni – sottolinea Rosario Perri – ma c’è un nemico ancora più grande che mina le possibilità dei bambini di avere una istruzione certa uguale per tutti. Ancora tante famiglie, soprattutto dopo il lockdown, hanno difficoltà a comprare libri e quaderni ai propri figli. Noi di Nuove Narrazioni anche quest’anno promuoveremo la raccolta del materiale didattico da devolvere a chi ne ha bisogno. Dateci una mano con la raccolta – conclude il presidente Perri dell’associazione – il nostro appello è rivolto a tutte le associazioni presenti sul territorio e alle famiglie che volessero dare una mano, come hanno sempre fatto in questi anni”.

Ermanno Arcuri