BISIGNANO: I DRONI PER IL PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Per una scuola che prossimamente riapre sotto gli auspici di speranza a causa del Covid-19, che ha interrotto lo scorso anno scolastico a metà percorso, c’è un progetto che vede al centro proprio una degli eccellenti istituti del territorio, partecipare e chiudere i battenti in modo brillante. Stiamo parlando dell’Alternanza Scuola Lavoro con i droni, progetto in cui da qualche anno vede in prima linea l’Istituto Enzo Siciliano di Bsignano con l’associazione Ready to Fly. L’importanza di pilotare i droni si sta vedendo ogni giorno con il monitoraggio di assistenza agli incendi e nelle giornate di lockdown per assicurare controllo e sicurezza. Ci ha creduto l’Istituto superiore del Dirigente Scolastico, Andrea Codispoti, che firmando un protocollo con l’associazione bisignanese del presidente Luigi Algieri, si è assicurato tanti piloti in grado di manovrare tecnologicamente i droni, frequentando ore di lezioni con serietà e molta pratica. Lo stesso Istituto si è dotato di costosi droni, proprio per facilitare la divulgazione tra i suoi studenti di questo mezzo che sta prendendo piede in molte circostanze. Attestato nella giornata conclusiva del progetto PCTO 2020, che si tenuta al Campolavoro nella zona c.da Borgo di Lattarico del presidente della G.A.C. Campolavoro Sergio Lojercio che ha ospitato i ragazzi sulla pista di 150 metri di lunghezza e 11 di larghezza. Le attestazioni sono giunte dopo una fase dimostrativa che i frequentanti del corso hanno dovuto sostenere, dimostrando di conoscere sia tecnicamente che praticamente i droni oggi in commercio e più adatti al bisogno. Luigi Algieri ringrazia Lojercio “Gruppo Aeromodellistico Cosentino G.A.C.”, ma anche il tutor d’eccezione Luca Turano e Bruno Codispoti per il supporto tecnico. Al preside, Andrea Codispoti, va il riconoscimento di aver creduto ed investito per l’innovativo approccio verso le nuove tecnologie, ma un grazie va soprattutto ai ragazzi dell’Istituto Siciliano che con entusiasmo e abnegazione hanno partecipato anche in un periodo non facile di quello vissuto in questo periodo dagli italiani. Un progetto che si evolverà quasi sicuramente anche il prossimo anno e che mantiene l’esclusività dell’istituto bisignanese, che richiama l’attenzione e l’interesse di altri studenti che frequentano altre scuole. Soddisfazione per tutti dopo un anno difficile e la voglia di fare ancora meglio, il tutto ripagato dal sorriso dei ragazzi che possono continuare a seguire i gradi superiori per diventare veri piloti riconosciuti e di supporto ad istituzioni ed enti che ne richiederanno l’impiego.

Ermanno Arcuri